mercoledì 16 gennaio 2013

Trancio di tonno semplice: burro e salvia

Eccomi di ritorno alla solita routine.. Sono stata assente non giustificata per troppi giorni, ma avevo bisogno di una piccola vacanza per rafforzare il fisico e soprattutto la mente. Tra i buoni propositi di questo 2013, a parte il solito che mi ripropongo ogni anno: smettere di fumare, quest'anno il mio sarà vivere coscientemente sia con la mente che fisicamente ogni attimo della giornata all'insegna del benessere: mangiare, bere e fare sport di alta qualità.
Ieri, come tutti i martedì mattina sono stata al mercato del pesce e sotto consiglio del mio fornitore di fiducia ho acquistato del filetto di tonno freschissimo. Adoro il tonno per il suo sapore deciso e la ricchezza degli Omega3; sostituisce egregiamente la carne rossa in quanto è molto ricco di proteine, ma al tempo stesso riduce il rischio di infarto e aiuta a prevenire l’artrite, inoltre recenti studi dichiarano che protegge anche la vista.
In casa non avevo granchè, sono da poco rientrata dalle vacanze invernali, e allora ho deciso di sperimentare con quei pochi e semplici ingredienti  che avevo in dispensa: del burro fatto in casa da una zia di mio marito, della salvia che ho in giardino e dell'ottimo vino bianco, un Cortese dell'Alto Monferrato dell'Azienda Agricola Baravalle.
Ho scelto questo vino prima di tutto perchè è un vino secco ed asciutto ed anche perchè il suo bouquet intenso ricorda la frutta fresca, mi piace molto accostare il tonno alla frutta: in estate facciamo scorpacciate di spiedini di tonno e melone.
Bene, mettiamoci ai fornelli, in pochissimi minuti porterete a tavola un filetto di tonno squisito dal gusto fresco e un pò insolito.

Ingredienti (per 2 persone):
2 filetti di tonno freschissimo
una noce di burro, per me solo burro chiarificato
un calice di vino bianco, per me Cortese dell'Alto Monferrato dell'Azienda Agricola Baravalle
una manciata di foglie di salvia, possibilmente fresce
sale e pepe q.b.



Il procedimento è davvero elementare, basta sciogliere una noce di burro in una padella antiaderente e scottare per 2 minuti il tonno per entrambi i lati. Sfumare con il vino bianco ed aggiungere le  foglie di salvia.
Salare e pepare a vostro piacimento, io generalmente il pesce non lo insaporisco quasi mai con il sale.


Rosolare ancora per un paio di minuti e servire bollente. Da bere consiglio assolutamente lo stesso vino con il quale è stato sfumato il tonno: un calice di Cortese dell'Alto Monferrato dell'Azienda Agricola Baravalle.


Buona giornata.