venerdì 16 novembre 2012

Spigola ai profumi di alloro e limone

Vi ho mai detto di quanto adori il venerdi? Forse un pò tutti amiamo questo giorno, in quanto dopo una settimana stressante, il venerdì apre le porte al week end. Ricordo che quando non avevo ancora il mio studio arrivavo il venerdì mattina in ufficio felice come una Pasqua!
Ora che posso gestirmi io il mio lavoro cerco sempre di ritagliarmi il venerdì come giornata relax, tento di non prendere appuntamenti di lavoro, a meno che non siano urgenti e se non ho consegne imminenti dedico questa giornata a me stessa e alla casa. Quindi si può dire che il mio week end parte dal venerdì, in modo da potermi preparare al meglio così da passare due giorni rilassanti con mio marito e gli amici.
Ma non è sempre rose e fiori.. Infatti oggi pomeriggio dovrò saltare la mia lezione di acquabike perchè non ho potuto dire di no ad una mia cliente con problemi di orari durante la settimana. Purtroppo il venerdì pomeriggio è il suo unico momento libero per permettermi di poter visionare la sua casa che è da ristrutturare. Beh poco importa, l'importante è che si lavori, soprattutto, che si lavori bene e con il sorriso!
Beh dopo un'intensa mattinata trascorsa a prendermi cura di me, sicuramente nel pomeriggio la mia cliente mi vedrà arrivare con uno stupendo sorriso!
Come tutti i venerdì mattina mi dedico alla pulizia del viso con tanto di maschera esfoliante al cetriolo, rilassandomi con una tazza fumante di una profumatissima tisana disintossicante. Esco in giardino a raccogliere un pò di fiori, in genere rose, soprattutto in questo periodo, ahimè le mie peonie sono in letargo! Sistemo i fiori creando delle belle composizioni che distribuisco nei vari ambienti della casa; mi piace tanto farlo, gli spazi acquistano così un colore e un'atmosfera diversa..
E poi sono pronta per la mia passeggiata nei boschi vicino casa, ogni settimana alla scoperta o raccolta di qualcosa di diverso. Questo venerdì alla raccolta delle bacche di ginepro, dalle mille proprietà e benefici, ma che adoro utilizzare come insaporitore negli arrosti, spezzatini, cotture al forno del pesce e anche nel brodo.


Quindi armata di cestino, guanti (perche le foglie di questo arbusto sono pungenti!) e tanta pazienza sono andata nel boschetto sopra casa mia.
Sono contenta, la raccolta è andata proprio come speravo, ho riempito due barattolini di vetro che ho conservato orgogliosa in dispensa. Spero che questo sabato possa andare a fare una passeggiata in montagna con mio marito, così da poterne raccoglierne altre e preparare dei graziosi cadeaux da distribuire questo Natale.
Siccome questo pomeriggio non sarò a casa e non so minimamente quanto durerà questo sopralluogo devo avvantaggiarmi con la cena. In genere il venerdì preparo sempre qualcosa di speciale per cena, ma stavolta credo di non avere tempo a sufficienza, quindi mi porto avanti con un piatto che sicuramente il maritino apprezzerà.
Stamattina al mercato del pesce ho adocchiato due belle spigole, perfette per il piatto che oggi vi propongo.

Ingredienti:
2 Spigole medie pescate in mare
1 Bicchiere di Vinchef
Olio d'oliva evo Olio CiaoBio da Agricoltura Biologica 
Sale grosso marino, iodato
Qualche foglia di alloro
2 Limoni non trattati
Fiocchi di sale di Cipro al limone per me Falksalt



Per prima cosa eviscerare le spigole, per fortuna il mio pescivendolo di fiducia lo ha fatto per me, ma in caso contrario è molto semplice: per cominciare stendete un foglio di carta da cucina o un foglio di giornale per poter raccogliere lo scarto del pesce evitando così di sporcare il piano di lavoro. Io consiglio di proteggere le mani con dei guanti di lattice ed usare un coltellino e un paio di forbici. Con le forbici tagliare le pinne laterali e dorsali, se il pesce è provvisto di scaglie sarà bene squamarlo.
Dopo questa prima parte, incidere con il coltellino sotto l'orifizio anale e salire su fino sotto la testa, svuotare il pesce delle sua interiora, e sciacquare all'interno in modo da pulirlo da eventuali residui; asciugatelo con della carta da cucina.


Spalmare dell'olio evo all'interno delle spigole, per capirci, dove prima abbiamo sezionato per eviscerarle, spalmare ancora del sale grosso e inserire delle foglie di alloro e delle fettine di limone tagliate sottili.
Mettere un filo d'olio evo sul fondo di una pirofila e adagiare delicatamente le spigole. Irrorare il tutto con un bicchiere di Vinchef e infornare a 160° per circa 25-30 minuti.


Terminata la cottura far raffreddare le spigole e poi procedere alla sfilettatura, stando attenti alle eventuali spine che si trovano facilmente sul dorso.
Sistemare il pesce ben pulito in un bel vassoio, io ho utilizzato un vassoio ovale in acciaio che mi ha regalato la mia mamma!



Guarnire il vassoio con delle foglie di alloro, delle fettine di limone e spolverate il tutto con i fiocchi di sale di Cipro aromatizzati al limone.
I fiocchi di sale vanno usati a fine cottura proprio per non perdere il loro aroma e la loro croccantezza, io li adoro e ne faccio spesso uso in cucina.
Irrorare il tutto con del sugo di cottura che è profumatissimo e molto saporito.




Bene, la cena per stasera è praticamente pronta, servirà solamente aprire una buona bottiglia di vino bianco.
Auguro a tutti di trascorrere un buon fine settimana all'insegna del relax e perchè no, anche della buona cucina!