domenica 14 settembre 2014

Moules au Bleu d'Aoste - Cozze al Bleu d'Aoste

Con questa ricetta ho sperimentato sapori che i francesi adorano, ma che noi italiani non siamo abituati ad apprezzare, ho accostato due ingredienti molto forti che insieme si traducono in un piatto eccezionale: le cozze e il famoso formaggio erborinato Bleu d'Aoste.


Inoltre ho voluto avvicinare due realtà lontanissime, o meglio due regioni italiane geograficamente agli antipodi: la Sicilia e la Valle d'Aosta. Le ho unite attraverso il fil rouge di questa ricetta: due ingredienti eccezionali, il sublime formaggio valdostano erborinato Bleu d'Aoste e un vino bianco siciliano, il Grecanico adatto sia a piatti di pesce che formaggi.

Ingredienti:
1,5 kg di cozze
200 gr di Bleu d'Aoste, per me Centrale Laitière Vallée d'Aoste
1 cipolla media
75 cl di Panna fresca 
una noce di burro
2 bicchieri di vino bianco secco, per me Grecanico Cantine Settesoli
Sale e pepe q.b.
Prezzemolo fresco q.b.


Come primo passaggio occorre lavare accuratamente le cozze e farle spurgare in acqua e sale per circa un'oretta.
Intanto tritare finemente la cipolla e tagliare a dadini il formaggio che serviranno entrambi per la salsa da accompagnare alle moules. 


In una padella antiaderente far soffriggere lo scalogno con il burro ed aggiungere mezzo bicchiere di vino bianco per far si che si appassisca per bene e conservi un'ottimo sapore e profumo. Quando sarà ben appassito aggiungere i dadini di Bleu d'Aoste sbriciolato e la panna. Mescolare con un cucchiaio di legno fino al completo scioglimento del formaggio. 





Intanto che la salsa si cuoce e il formaggio si scioglie, in un’altra padella cuocere le cozze con un bicchiere e mezzo di vino e il pepe fino all’apertura delle valve. Filtrare l’acqua di cottura delle cozze in un colino e versarla nella salsa al Bleu d'Aoste.


Far restringere sul fuoco la salsa fino ad ottenere una crema uniforme e leggermente densa. Versare la salsa calda sulle cozze aperte e servire subito con una generosa spolverata di prezzemolo tritato fresco.
Potreste accompagnare il sughetto che resta sul fondo con dei crostini di pane caldi e croccanti, così da poter assaporare il cuore del piatto!




E' un piatto davvero da provare! Vi stupiranno tutti i sapori e i profumi.